“Essere qui”, un bellissimo viaggio

E’ stato un viaggio bellissimo perché ho visto cambiare questo disco tante volte, ha preso molteplici aspetti e mi sono presa tutto questo tempo perché le cose cambiano e, a disco quasi chiuso, ho deciso di ricantare alcuni brani, perché ho avuto il tempo di maturare. Una canzone è una cosa che rimane per sempre e spesso le cose che rimangono per sempre mi mettono ansia e un sacco di paura, ho cercato di far restare per sempre la parte migliore di me”.

Così, Emma, ha presentato, a due anni di distanza dal suo ultimo lavoro, “Essere qui”, il sesto album di inediti con undici tracce che la cantante stessa ha definito “autobiografiche”, un album che mostra una femminilità concreta, senza perdere il senso della realtà.

Con Essere qui – precisa Emma – mi sono perdonata e accettata. Il titolo è arrivato tardi. Mi sono presa il tempo necessario anche per questo. L’unica cosa che mi vorrei regalare è un po’ più di fiducia in me stessa perché, al di là di quello che posso sembrare, sono una persona molto insicura. Vivo il lavoro come una cura alle mie fragilità, oggi sono una persona più luminosa. In questo disco ci ho messo l’anima. Non ho mai scisso la parte artistica da quella umana e personale”.
La conferenza stampa di presentazione nella cornice del Teatro Principe di Milano è iniziata con l’ascolto delle 11 tracce dell’album: la prima è “Isola”, primo singolo estratto, dove Emma lo racconta come un viaggio verso se stessi, un respiro profondo per raggiungere la meta prefissata con coraggio, senza mai guardare indietro.

A seguire, poi, tutti gli altri brani, per un album che ha colpito positivamente gli addetti ai lavori

Essere qui” è un disco che mostra una femminilità concreta, carnale e ottimista. Senza però perdere il senso della realtà. Emma, nell’album ha ricercato la sua serenità e, dopo averla ritrovata, la canta a modo suo. Infatti, non è un caso che nelle undici tracce sia citato trenta volta l’amore e solo una il dolore.
Il modo di raccontarsi è quello che ha reso l’artista uno dei nomi della musica italiana più vicini al cuore delle donne. E lo si capisce bene non solo nel brano “Le ragazze come me”, ma in tutte le 11 tracce dove la profondità del mondo femminile si ritrova in modo più o meno esplicito.
È  “Sorrido lo stesso”  la canzone manifesto, quella tra gli undici nuovi inediti che la rappresenta maggiormente è anche l’unica per la quale ha partecipato come autrice.
Il nuovo disco di Emma Marrone non nasce però dal desiderio di dimostrare qualcosa al mondo o ai suoi fan, ma più semplicemente da quella che lei ha definito una “necessità” di far fruttare l’esperienza accumulata negli ormai quasi dieci anni della sua carriera, e allo stesso tempo di raccontarsi in maniera autentica: “In ogni traccia c’è una parte di me – ha detto – non riesco a dissociarmi da quello che canto: quando scelgo le canzoni, lo faccio perché mi sento rappresentata”.

Prodotto da Luca Mattioni e dalla stessa Emma, Essere qui è un album che vanta molte importanti collaborazioni: Paul Turner, Enrico “Ninja” Matta, Lorenzo Poli, lo stesso Mattioni e Adriano Viterbini sono solo alcuni dei musicisti che hanno collaborato alla realizzazione del disco, così come tra gli autori ci sono Roberto Casalino, Roberto Angelini, Giuliano Sangiorgi e molti altri, insieme ad Alessandra Flora e Giovanni Caccamo.

Con questi ultimi Emma ha scritto Sorrido lo stesso, brano che ha cantato durante la conferenza stampa: “È la sintesi più onesta e sincera del percorso che ho fatto da quando ho deciso di fare questo mestiere” ha detto nell’introdurre il brano, che ha voluto presentare live di fronte ai giornalisti.

L’hanno accompagnata, per la prima volta live, Luca Mattioni alle tastiere, Derrick McKenzie alla batteria, Paul Turner al basso e Adriano Viterbini alle chitarre.

Questa la tracklist di “Essere qui”: “L’isola”, “Le ragazze come me”, “Sottovoce”, “Mi parli piano”, “Effetto domino”, “Le cose che penso”, “Portami via da te”, “Luna e l’altra”, “Malelingue”, “Sorrido lo stesso”, “Coraggio”.
Ed è finalmente cominciato il conto alla rovescia anche per gli appuntamenti live di “Essere qui Tour” (prodotti e organizzati da F&P Group), che arriverà nei principali palazzetti dello sport d’Italia, a partire dal 16 maggio.

Queste le date:

16 maggio – Pala Lottomatica di Roma; 18 maggio – Mediolanum Forum di Assago (Milano);  il 19 maggio; Pala Alpitour di Torino; il 21 maggio al Kioene Arena di Padova; il 23 maggio al Nelson Mandela Forum di Firenze; il 26 maggio al Pal’Art Hotel di Acireale (Ct) e infine, il 28 maggio, al Pala Partenope di Napoli.

Dal giorno 26, giorno dell’uscita di “Essere qui”, Emma ha iniziato ad incontrare i propri fan durante alcuni appuntamenti instore: il 27 gennaio a La Feltrinelli di Napoli,  (Piazza Giuseppe Garibaldi – alle 14.30); il 29 gennaio al Mondadori Store di Milano, (Piazza Duomo – alle 17.30); il 31 gennaio al Mondadori Store di Torino, (Via Monte di Pietà, 2 alle 18); l’1 febbraio a La Feltrinelli di Bari, (Via Melo 119 – alle 14) e al Mondadori Bookstore di Lecce, (Viale Felice Cavallotti, 7/a – alle 18); il 2 febbraio a La Feltrinelli di Firenze, (Piazza della Repubblica 26 – alle 14), il 4 febbraio al Mondadori Bookstore di Padova, (Piazza Insurrezione XXVIII Aprile ’45 – alle 14.30) e a La Feltrinelli di Verona, (Stazione porta nuova Piazzale XXV Aprile – alle18), il 5 febbraio al Mediaworld di Stezzano (Bg), (Via Guzzanica, Centro Commerciale Le Due Torri – alle 16), il 6 febbraio al Mondadori Megastore di Bologna,  (Via M. D’Azeglio 34/a – alle 16), l’8 febbraio a La Feltrinelli di Palermo, (Via Trento ang. Via Milano – alle 15), il 9 febbraio a La Feltrinelli di Catania, (via Etnea 285 – alle 15).

“L’isola” è il singolo attualmente in rotazione radiofonica, il cui video, online al seguente link  http://vevo.ly/VPaPeb , ha già superato i 2 milioni di visualizzazioni.