Aggiornato il: 18-02-2018
logo

Harmonia

Farfalle colorate ritagliate nella carta e stormi di uccelli di svariati colori: questi gli elementi dei lavori di Federica Cipriani, artista emiliana, alla sua prima personale presso la galleria milanese Barbara Frigerio Contemporary Art, dal titolo “Harmonia”, mostra inaugurata martedì 23 gennaio.

Quelle di “Harmonia” sono opere raffinate, in cui l’autrice sperimenta la rottura della bidimensionalità della tela, cara ad alcuni artisti delle avanguardie del ‘900, da Fontana a Castellani, per esplorare i concetti di armonia e movimento.
La tela diviene un supporto, un piano di lavoro, sul quale sovrapporre, attraverso l’uso di piccoli chiodi, sagome di farfalle e uccelli, ricavati da fogli di carta, di diverso colore e spessore; spesso elementi di recupero, o comunque, materiale destinato ad usi quotidiani. Partendo da forme geometriche, come il cerchio, Cipriani dispone le farfalle secondo schemi e sequenze in cui analizzare il concetto di armonia: un equilibrio compositivo realizzato con l’alternanza di pieni e vuoti, simulando un movimento delle stesse sulla tela. Movimento che è non solo immaginato ma anche reale, le sagome, infatti, sospese sulla tela, si muovono sospinte dall’aria circostante. Aria che diviene così un altro elemento dell’opera, assieme alla luce, che, indirizzandosi verso la tela, crea un insieme di ombre, che ne animano la superficie, dotandola di nuove figure.
Se il movimento delle farfalle è concepito a tavolino, il passaggio successivo per l’artista è stato quello di studiare quello reale degli stormi di uccelli. Spostamenti apparentemente casuali, che però sottostanno a logiche e dinamiche precise e testimoniano la presenza in natura di elementi armonici.
Negli ultimi lavori, sempre dedicati al volo, il chiodo viene tolto, sostituito da una stratificazione di fogli di carta, sui quali si muovono gli uccelli, posti su vari livelli ad accentuare la tridimensionalità dell’opera.
Info:
Harmonia
Federica Cipriani
In mostra fino al 17 marzo 2018
Orari galleria: da martedì a sabato, dalle 10 alle 19.30
Ingresso Libero


Comments are closed.

Da non Perdere