“Girotonno” sull’isola di San Pietro

Chef provenienti da 8 Paesi del mondo si sfidano preparando ricette di tonno, momenti di approfondimento, concerti gratuiti e cooking show con grandi chef italiani: sono alcuni degli ingredienti del Girotonno, la rassegna dedicata alla valorizzazione dell’antica cultura di tonni e tonnare, da secoli legata al territorio, la cui 16^ edizione si svolgerà in Sardegna, a Carloforte, sull’isola di San Pietro, dal 24 al 27 maggio.
Su questa piccola isola della Sardegna, dal mare incontaminato e dal carattere unico, si trova una delle poche tonnare ancora attive nel Mediterraneo che vanta un’attività ininterrotta dal 1738.
Saranno quattro giorni tra degustazioni, musica, cultura e grandi sfide di cucina all’insegna del tonno e della sua cultura millenaria.
Per la prima volta nella storia del Girotonno saranno 8 i Paesi partecipanti alla gara internazionale di tonno: saranno in gara sull’isola chef provenienti da Argentina, Francia, Giappone, Inghilterra, Italia, Lituania, Russia e Stati Uniti.
Per l’Argentina in gara Leandro De Seta, chef de cuisine al ristorante Flora Danica, a Parigi sugli Champs-Elysées.
La Francia porta a Carloforte lo chef Cyril Schambert, insegnante di cucina dell’Istituto alberghiero “La Hotoie” di Amiens, nell’Alta Francia, accompagnato dai suoi studenti.
Il Giappone, campione in carica, gareggia con Masaki Okada, maestro nell’arte del sushi, che lavora  al Finger’s Garden a Milano.
L’Inghilterra sarà guidata dagli chef Aaron John Billington e Charles Pearce. Il ventiquattrenne Pearce è una giovane promessa della cucina internazionale: a Milano, guida la cucina di “Tom. The Ordinary Market”, che sembra il riassunto di tutte le sue esperienze culinarie precedenti.
L’Italia è rappresentata da Salvatore Camedda, chef e patron del “Somu. Il ristorante chiamato Casa” di San Vero Milis, a pochi chilometri da Cabras e da Oristano. Con lui in squadra Fabio Vacca che dopo importanti esperienze a Parigi, Dublino e Strasburgo ritorna in Sardegna dove oggi guida il ristorante Punta Canneddi dell’Hotel Marinedda di Isola Rossa. E’ stato uno degli 8 finalisti di “The vegetarian chance”, contest dedicato alla cucina d’autore vegetale di cui è un grande sostenitore.
La Lituania, per la prima volta al Girotonno, in gara con gli chef Tadas Gailiunas executive chef da Assorti, un negozio di specialità alimentari a Vilnius dove trovano spazio i migliori prodotti provenienti da tutto il mondo. Con lui in squadra Arturas Samavicius, al timone del City chef di Vilnius. Insieme gareggeranno presentando il “Tuna Trio”.
La Russia schiera in campo lo chef Ivanov Eugenii che ha diversi anni di esperienza di cucina italiana in Germania e Russia. Docente presso l’Accademia del gusto di Mosca, ha firmato anche il banchetto per il presidente della Repubblica Dmitri Medvedev.
Gli Stati Uniti, al loro esordio nella Tuna Competion, gareggiano con Michael Filosa, chef dell’Osteria dei Fauni di Segrate. Con lui in squadra Elio Genualdo, personal chef e chef freelance. Gli chef americani presenteranno in gara una ventresca di tonno appena scottato con crema di melanzane, confettura di pomodoro e gocce di peperone giallo e rosse.
Gli chef presenteranno piatti di tonno cotto e crudo, giudicati da una giuria di esperti presieduta da Enzo Vizzari, direttore e curatore dal 2001 delle guide dell’Espresso “I Ristoranti d’Italia” e “I Vini d’Italia”.
I visitatori del Girotonno avranno la possibilità di assaggiare tutti i piatti in gara, partecipando come giurati popolari. Basta acquistare il biglietto di partecipazione alle manche del Tuna Competition (15 euro le semifinali, 20 la finale), per avere diritto ad un posto in platea, assistere alla gara internazionale di tonno e degustare le ricette dei Paesi in gara, in abbinamento a vini sardi.
Tra le novità di questa edizione anche la presenza, a Carloforte, di grandi chef stellati che si esibiranno dal vivo in occasione dei cooking show proponendo le loro migliori ricette che saranno poi degustate dal pubblico in platea.
Tra i protagonisti Andrea Aprea, due stelle Michelin, del ristorante Vun dell’hotel Park Hyatt a Milano che presenterà la ricetta “Tonno rosso: pizzaiola disidratata” e Andrea Berton, una stella Michelin, dell’omonimo ristorante a Milano che preparerà una ventresca di tonno con lattuga arrostita, crema di mandorle e oliva liquida.
Lo chef bistellato Matteo Metullio, il più giovane chef italiano ad avere conquistato la stella Michelin, del ristorante La Siriola di San Cassiano (Bolzano), sulle Dolomiti si esibirà insieme al suo sous chef Davide De Pra e allo chef Achille Pinna di Sant’Antioco dando vita ad una “Variazione di tonno a 6 mani”.
E ancora sul palco di Carloforte arriva Giorgione, protagonista della serie televisiva sul canale satellitare dal titolo “Giorgione, Orto e Cucina” che farà assaggiare ai visitatori del Girotonno la sua calamarata con tonno alla romana; il carlofortino Luigi Pomata, uno dei migliori chef sardi e maestro nella cucina del tonno e lo chef e attore italo-americano Andy Luotto preparerà un arrosto di tonno con patate.
Tra i protagonisti anche due carlofortini, Secondo Borghero, del ristorante Tonno di Corsa, che presenterà al pubblico la sua ricetta di trippa di tonno e il maestro gelatiere Lorenzo Ingenuo che firmerà una sua specialità dal titolo, “Rais: gelato crema al tonno”, un gelato gastronomico che si sposa anche con le ricette salate.
Un momento sarà dedicato alla cucina giapponese, con il maestro Haruo Ichikawa e lo chef Lorenzo Lavezzari, i vincitori dell’ultima edizione dell’evento che presenteranno il Tekka Don: chirashi sushi, una ciotola di riso con 3 tagli di tonno condito con sesamo wasabi e zenzero.
A condurre tutti gli appuntamenti sul palco saranno Ambra Pintore, uno dei volti più noti della televisione sarda Videolina ed Andy Luotto.
L’Expo village, sul lungomare e lungo le stradine del centro storico di Carloforte, (Banchina Mamma Mahon, corso Cavour), offrirà ai visitatori la possibilità di fare shopping, ogni giorno fino a mezzanotte, tra le specialità agroalimentari locali e i prodotti dell’artigianato sardo. I visitatori del Girotonno avranno la possibilità di conoscere le bellezze dell’isola di San Pietro attraverso diversi itinerari di trekking, in mezzo alla natura e tra i vicoli di Carloforte.
Oltre alle ricette della tradizione sarda, quest’anno si potranno assaggiare anche le ricette della gastronomia giapponese, che da sempre apprezza il tonno rosso, il thunnus thinnus, uno degli ingredienti fondamentali della cucina del Sol Levante.
Tra le novità di quest’anno anche il Tuna wine bar: in piazza Carlo Emanuele III si potranno degustare i migliori vini sardi in abbinamento a specialità dell’isola.
Il costo del biglietto è di 8 euro e dà diritto a due degustazioni, un porta calice e un bicchiere: il wine bar sarà aperto dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 23.30. Ogni giorno l’happy hour con specialità della gastronomia sarda.
Infine, i visitatori del Girotonno avranno la possibilità di conoscere le bellezze dell’isola di San Pietro attraverso diversi itinerari di trekking, in mezzo alla natura e tra i vicoli di Carloforte.
Anche quest’anno torna all’interno del Girotonno il Girobuskers International, la rassegna internazionale di arte di strada con acrobati, giocolieri e artisti provenienti da tutto il mondo. In programma quattro giorni di spettacoli itineranti organizzati fra le vie, le piazze e sul lungomare di Carloforte. Girotonno Live Show, spettacoli gratuiti sotto le stelle
Il rock di Piero Pelù e il dj-set con Prezioso e Fargetta
Info:
www.girotonno.it