La roccia che si crede un’onda

La roccia che si crede un’onda: la natura a volte si diverte ad attirare l’attenzione su di se e questa volta, poco meno di 3 miliardi – si avete letto bene – 3 miliardi di anni fa dicevamo, ha “realizzato”, a pochi chilometri dalla città di Hyden, in Australia, a 300 chilometri da Perth, una formazione granitica divenuta quasi un monumento al surf, uno tra gli sport più seguiti nel continente australiano.

Si tratta di una roccia di dimensioni relativamente contenute, poco più di 100 metri di lunghezza, per una quindicina di altezza, dall’incredibile forma di un enorme cavallone in procinto di infrangersi e che la popolazione locale ha battezzato “Wave rock”, “onda di roccia”.
L’onda forma il fianco settentrionale di una collina solitaria, conosciuta nella zona come “Hyden Rock”, una collina composta da “granito inselberg”, parte di 160 ettari della riserva naturale di Hyden Wildlife Park.

Per millenni, strati di roccia si sono accumulati formando la collina, sino a che, per altri migliaia di anni, agenti atmosferici come il vento e la pioggia, ne hanno modellato un lato, sino a farle appunto assumere il caratteristico aspetto di oggi.
Un “regalo” della natura abbiamo detto, anche se per il popolo indigeno della zona di Hyden, i Ballardong, che per primi abitarono la regione, Wave Rock ha un particolare significato culturale. Le tribù locali credevano infatti che la roccia ondulata fosse una creazione del “Serpente Arcobaleno” e che fu creata sulla sua scia, trascinando il suo corpo colorato dopo aver consumato tutta l’acqua della terra e rispettavano quest’area come icona dell’apprendimento culturale.

Wave Rock è uno spettacolare esempio di ciò che i geomorfologi chiamano un “pendio svasato“: una superficie rocciosa concava verso l’alto o verso l’interno che si trova tipicamente intorno alla base di inselberg, bornhardt e massi granitici e anche sui loro pendii più alti. I pendii svasati come Wave Rock sono particolarmente ben sviluppati nelle morfologie granitiche dell’Australia sudoccidentale e meridionale e si ritiene che siano stati formati dall’erosione chimica concentrata attorno alla base di un inselberg dalle acque sotterranee, che producono una “tasca” concava verso l’alto o verso l’interno di un substrato roccioso profondamente alterato.

Questa formazione rocciosa di granito colpisce per i suoi colori caldi e intensi causati dai minerali di cui è composta, con  le sue sfumature che variano durante il giorno grazie alla luce del sole, anche se i momenti più suggestivi per ammirarla sono l’alba e il tramonto. Camminare sotto questo cavallone di roccia significa sentirsi minuscoli al cospetto di tanta magnificenza, e sono numerosi i visitatori che si mettono in posa atteggiandosi da surfisti provetti.
Wave Rock è uscita dall’anonimato grazie ad una fotografia – quando una foto ti cambia la vita  – che non è finita sui social, ma sul tavolo di alcuni giudici di un concorso fotografico del 1964 della Kodak, l’International Colour Picture Competition, che la premiarono come miglior fotografia.

Lo scatto portò così il giusto riconoscimento ad un luogo sino a quel momento praticamente sconosciuto, che solo pochi fortunati avevano, sino ad allora, visitato.
Wave Rock si trova, come detto,nella riserva naturale di Hyden Wildlife Park, dove è possibile trovare altre emozionanti attrazioni: Mulka’s Cave, con 450 testimonianze di arte rupestre aborigena; Hippo’s Yawn, ossia lo “sbadiglio dell’ippopotamo“, una cavità rocciosa spalancata come le fauci di un ippopotamo che sta sbadigliando

All’interno del Wave Rock Wildlife Park è possibile avvistare numerose specie di animali: canguri, koala, wallaby, ma anche asini, cammelli, alpaca, gufi, cigni e uccelli esotici. Durante la primavera, l’area circostante si riempie di innumerevoli fiori selvatici e orchidee rare, dando vita a un’emozionante esplosione di colori.

Oggi l’area è attrezzata con alloggi, campeggi, bar, ristoranti e persino una birreria con piscina, per rendere l’esperienza ancora più completa e soddisfacente. Inoltre ogni anno, a partire dal 2006, nelle vicinanze di Wave Rock, si tiene anche un festival musicale chiamato “Wave Rock Weekender”.
Wave Rock può essere visitata con una gita di un giorno: da Perth partono numerosi tour organizzati in bus per osservare dal vivo questa meraviglia.