In viaggio del Dhofar

Panorama di Salalah, terza città dell’Oman, nel Dhofar

Dopo la grande ripartenza che ha visto protagonista la zona Nord dell’Oman, conosciuta per i classici tour, con l’avvio della stagione 2022-23 della Royal Opera House Muscat e il rifacimento di alcuni siti storici simbolo del Paese, riparte ora la stagione nel Sud del Paese, nella capitale Salalah, terza città più grande del Sultanato nel Dhofar, conosciuta per il mito della Via dell’Incenso, per la sua vegetazione tropicale e i panorami mozzafiato.

Mare dell’Oman, Oceano Indiano

Affacciata sull’Oceano Indiano, la regione del Dhofar gode di clima tropicale lungo la costa ed è coperta per buona parte dalla vasta area del deserto Rub Al Khali: terra di forti contrasti e dal fascino leggendario, prima fra tutte la Via dell’Incenso, crocevia di popoli, conosciuta già da Marco Polo e località amata dai turisti, dichiarata anche Patrimonio UNESCO.

È un mix di cultura e paesaggi naturali, il Dhofar: si passa dalla storica Mosque Sultan Qaboos, la più grande di tutta la regione, alle splendide cascate presenti sul territorio grazie al fenomeno estivo del khareef, fino ad arrivare alla spiaggia Al Mughsayl Beach, famosa per i soffioni di acqua marina e per il profilo del promontorio che si staglia sulla sabbia bianca con le montagne sullo sfondo.

Oman, deserto di Rub’al Khali

Impossibile non menzionare il deserto Rub Al Khali, uno dei più vasti del mondo, che ricopre un quarto dell’intera penisola arabica, e che è uno dei luoghi più aridi e inesplorati della terra: le sue dune di sabbia color rosso-arancio, che arrivano a misurare anche 300 metri di altezza, sono uno spettacolo meraviglioso da ammirare.

Dal 7 dicembre raggiungere l’Oman e la regione del Dhofar diventa sempre più facile con i nuovi voli Air Arabia e le tre nuove rotte da Orio al Serio Bergamo/Milano a Sharjah: una da Orio al Serio Bergamo/Milano a Sharjah, 4 volte a settimana (martedì, mercoledì, venerdì, domenica), una da Sharjah a Muscat, 2 volte a settimana (martedì, venerdì) della durata di 1h; e uno diretto da Sharjah a Salalah due volte a settimana (martedì e venerdì), della durata di 1h45.

Anche la compagnia aerea Neos ha voli diretti dall’Italia al momento ha in programmazione un volo di domenica, con partenza da Milano Malpensa (con scalo a Roma Fiumicino); Roma Fiumicino e, a partire dal 25 dicembre, aggiunge un volo da Verona con arrivo a Salalah.

Fra i collegamenti esistenti su Salalah, ricordiamo anche Qatar Airways con scalo a Doha e la compagnia di bandiera Oman Air  con scalo a Muscat, la capitale, per procedere con un viaggio interno con destinazione Salalah.
Salalah Beach è la meta più conosciuta per gli amanti del mare, e molti turisti italiani hanno scelto di rendere questo luogo la loro meta di villeggiatura: tra gli altri, vogliamo segnalare il rinnovato Francorosso Sea Club Al Fanar, dotato di ambienti raffinati e vista mozzafiato sull’oceano. Il ristorante al suo interno propone menù ispirati ai sapori tipici locali, aggiungendo opzioni internazionali, ed è possibile poi rilassarsi nelle ampie piscine e nei centri fitness. Dista solo 20 km da Salalah, e 25km dal suo aeroporto.

Bravo Premium Salalah Rotana è un altro indirizzo di spicco dell’area, all’interno di una zona residenziale con marina privata, ville e appartamenti, adagiato su una lunghissima ed ampia spiaggia sabbiosa costeggiata da palme tropicali.

Si trova a 25 km dall’aeroporto di Salalah e il trasferimento verso l’albergo, dura circa 30 minuti lungo un’ampia e scorrevole strada costiera: luogo ideale per ricaricare le batterie, ma anche un punto di partenza strategico per andare alla scoperta delle innumerevoli meraviglie della Terra dai profumi inebrianti e sofisticati, con paesaggi da mille e una notte, stoffe, spezie, sapori unici, un mare blu profondo e tramonti suggestivi.

Nell’elegante e tranquilla baia di Mirbat sorge il Veratour Salalah, destinazione ideale per chi cerca relax e benessere, oltre a panorami meravigliosi, sport per tutti i gusti ed esperienze di fitness. Si trova a circa 80 km dall’aeroporto internazionale di Salalah, e a 75 km dal centro città.
Per coloro che desiderano rilassarsi in un’oasi di lusso e tranquillità, il nuovo Alila Hinu Bay – aperto da pochi mesi – è il luogo ideale per godere di un lusso discreto e paesaggi incontaminati.

Alila Hinu Bay Resort

Massima espressione dello stile contemporaneo, le camere e le ville dell’Alila Hinu Bay sono uno squisito spazio progettato con cura, una qualità dei dettagli senza pari e un comfort senza eguali: il resort comprende cinque tipi di sistemazioni che variano da 60 a 175 metri quadrati. Per un soggiorno all’insegna della mindfulness, la Spa Alila offre agli ospiti esperienze termali uniche e personalizzate, e una varietà di trattamenti terapeutici e rilassanti.

Baleed Resort Salalah by Anantara

Incastonato tra una spiaggia privata e una laguna d’acqua dolce, Al Baleed Resort Salalah by Anantara, resort di lusso con villa con piscina, celebra i tesori culturali e locali. Il design maestoso riflette le fortezze costiere dell’Oman, e i giardini sono ricchi di palme e di giochi d’acqua. In questo paradiso, gli ospiti potranno rilassarsi nella piscina a sfioro della propria villa privata o sulla sabbia bianca della spiaggia. E per gli amanti della storia, è possibile esplorare le rovine archeologiche accanto al resort importantissime per la Via dell’incenso.

Da segnare sul calendario un evento che il raffinato resort ospita in questi giorni: Al Baleed Food Festival, fino al 27 novembre, esperienza ideale per compiere uno straordinario viaggio culinario con i migliori chef provenienti da tutto il mondo: presenti nomi importanti come Patrick Jeffroy, chef francese da due stelle Michelin, il tedesco Thomas Buhner e Chef Peter, che prende spunto dalla sua giovane vita da contadino per creare un’esperienza culinaria autentica.

Da segnalare anche il Frankincense Festival dedicato alla Via dell’Incenso, in programma dal 29 novembre al 2 dicembre, durante il quale ci sarà la possibilità di acquistare incenso locale, di godersi performance tradizionali che raccontano la storia della famosa Via dell’Incenso, e di imparare le tecniche di estrazione della preziosa resina dagli arbusti di Boswellia sacra. Il festival è ideale anche per famiglie e bambini, si organizzano tour in barca, spettacoli teatrali e esperienze di equitazione “rivisitate”: si cavalcano infatti cammelli!

Il Sultanato dell’Oman da sempre ospita eventi internazionali e talenti di fama mondiale, per far entrare in contatto tradizioni, cultura e abitudini locali e globali e rafforzare le relazioni tra i Paesi. Per scoprire di più su Salalah, il Dhofar e le caratteristiche dell’area basta visitare il sito ufficiale del Ministry of Heritage & Tourism:
https://www.experienceoman.om/oman-region/dhofar