5 cose da fare a Minorca

Circondata da spiagge incontaminate e calette nascoste con acque cristalline, dal verde della macchia mediterranea, da monumenti archeologici disseminati in tutta l’isola, Minorca, detta l’isola della calma, sembra essere la meta ideale per una vacanza tranquilla con un’offerta per tutti i gusti. Senza dubbio la meno affollata rispetto alle altre tre isole Baleari, oltre ad una natura rigogliosa, offre anche numerose attrazioni sportive e culturali, luoghi remoti, vivaci cittadine ricche di indirizzi per una vacanza completa che alterna relax e divertimento.
Ecco 5 cose da fare assolutamente a Minorca quest’estate:
1. Un bagno nelle spiagge più belle dell’isola
L’isola vanta oltre 216 chilometri di spiagge per trascorrere rilassanti giornate al mare: da lunghe distese di sabbia bianca a calette a picco sul mare che si affacciano sulle acque limpide del Mediterraneo, ce n’è per tutti i gusti! Una delle spiagge più popolari a sud dell’isola è Cala Galdana, nota per il colore turchese delle sue acque che risalta grazie alla sabbia bianca de fondale. Non molto distante, merita una sosta anche Cala Macarelleta, una piccola caletta raggiungibile tramite un sentiero tortuoso da cui godersi tramonti indimenticabili e Cala Turqueta un piccolo gioiello di soli 100 metri dalle acque azzurre e immersa nel verde. E per finire, l’esclusiva Cala Morell a nord, la spiaggia dal fondale roccioso e dal mare color cobalto circondata da resti di sepolture rupestri per riscoprire le origini antiche dell’isola.
2. Fare sport immersi nella natura
Minorca è la destinazione perfetta per una vacanza active in quanto offre la possibilità di praticare numerose attività sportive all’aria aperta, tra cui vela, kayak, surf, trekking, cicloturismo, canyoning, corsa tra sentieri panoramici, coste frastagliate e fondali inesplorati. Fare vela può essere il modo migliore per ammirare baie e calette nascoste e godersi panorami mozzafiato con una visuale inedita e i surfisti possono cavalcare onde che raggiungono anche i 4-6 metri, in specifiche baie della destinazione. E ancora paddle surf per godersi il mare calmo e ritrovare la pace interiore a colpi di pagaia. Per un’attività all’insegna dell’adrenalina pura, è da provare un’escursione in kayak per andare alla scoperta di calette o grotte accessibili solo via mare. Il divertimento non è solo in acqua: da non perdere uno dei numerosi percorsi per tutti i livelli del famoso Camí de Cavalls da percorrere a piedi, in bici o a cavallo per immergersi nella natura.
3. Scoprire il patrimonio archeologico
L’isola è un vero e proprio museo a cielo aperto ricco di siti archeologici che conservano la storia e la cultura dell’isola. Dopo una giornata in spiaggia dedicata interamente al relax, ecco come trascorrere un pomeriggio immersi nella storia tra talaiot, navetas, e taules, costruzioni in pietra e reperti dall’età del ferro alla dominazione romana. Uno dei siti storici di maggiore interesse è la necropoli di Cala Morell, un sito ricco di grotte funebri scavate nella roccia con motivi architettonici classici. Considerato dal 1931 Monumento Storico Nazionale, segue il villaggio di Trepucó, uno dei più grandi e ricchi di costruzioni megalitiche ed infine il villaggio talaiotico di Torre d’en Galmés che occupa una superficie di 60.000 m2  situato su una collina a scopo difensivo.
4. Nightlife a Mahón e Ciutadella
Pur essendo più riservata rispetto alle vicine, Minorca è ricca di indirizzi per assicurare il divertimento serale tra ristorantini gourmet, lounge bar e discoteche nelle cittadine più importanti dell’isola. Con la sua terrazza lounge Jazzbah è uno dei locali più famosi situati nel porto di Ciutadella che oltre a cocktail esclusivi offre serate con musica dal vivo e djset. Il divertimento è assicurato al Cova d’en Xoroi nei pressi di Cala en Porter, uno dei locali unici al mondo scavato nella rocca dove godersi tramonti mozzafiato, gustare qualche tapas e ballare fino a notte tarda. A Mahòn, si balla a ritmo di jazz all’Akelarre Jazz Dance Club e ci si scatena fino a tarda notte con dj set. E ancora numerosi anche gli indirizzi per lo shopping che offrono artigianato di qualità, di oreficeria, ceramica o i tradizionali sandali in cuoio, le “avarcas” minorchine.
5. Eventi da non perdere
L’estate a Minorca è all’insegna della musica, delle arti e del cinema all’aria aperta. Dal 3 luglio al 4 settembre si terrà il Festival Pedra Viva nel complesso di Lithica a Le Pedreres de S’Hostal, vicino a Ciutadella, una cava di marmo che grazie alla gestione di un’associazione culturale è adatta ad ospitare concerti in una location davvero esclusiva. E ancora il Minorca Film Festival dal 15 al 20 luglio, nei luoghi più iconici del’isola, diventa il grande schermo della produzione cinematografica nazionale con oltre 600 film e cortometraggi proiettati in anteprima tra Ciutadella, Mahón e l’isolotto di Isla del Rey.