EGO: la nuova compagnia aerea tutta italiana

Nasce EGO Airways, la nuova compagnia aerea tutta italiana, che inizerà a volare nel 2021.
Cambia il modo di pensare al viaggio aereo: servizi su misura per il cliente, dalla scelta del posto a sedere, al mezzo per raggiungere l’aeromobile e, ancora, pasti pronti a soddisfare anche i palati più esigenti e a rispettare le scelte alimentari di tutti.

EGO Airways rivluziona anche il concetto del cliente alto spendente: sono tre le classi di volo, dalla JUST GO alla LOUNGE alla PRIVATE ma anche chi sceglie il posto a sedere meno costoso potrà richiedere a bordo, e non, servizi da private. Le uniformi sonno firmate da Andres Romo, direttore creativo di EGV1, società specializzata del settore teamwear; gli  aeromobili, al momento due velivoli Embraer, si presentano accoglienti con interni estremamente curati. L’obiettivo di EGO Airways è ricreare il savoir-faire italiano anche a diecimila metri di quota. Sugli aerei EGO Airways, inoltre, grazie alla professionalità e preparazione degli assistenti di volo, i passeggeri potranno vivere esperienze di gusto legate tanto al territorio di partenza quanto a quello di destinazione. L’obiettivo finale? Tornare a valorizzare l’unicità del singolo ospite, ascoltando le esigenze e i bisogni di ciascun viaggiatore, e al contempo ridare valore al territorio italiano.

Inizialmente gli hub principali saranno l’aeroporto “Ridolfi” di Forlì, l’aeroporto Fontanarossa di Catania e l’aeroporto “Amerigo Vespucci” di Firenze. L’obiettivo iniziale sarà quello di sviluppare una rete point to point che colleghi le città strategiche del territorio nazionale, arrivando successivamente a potenziare la rete da e per Milano Malpensa, sviluppando accordi con le principali compagnie aeree che operano sull’aeroporto lombardo.

Gli obiettivi che si pone Ego Airways sono inclusività, attenzione all’ambiente, valorizzazione del territorio italiano e in generale del Made in Italy. Questa filosofia ha ispirato il nuovo vettore sia nella scelta dello staff sia nelle partnership con gli operatori turistici locali. E naturalmente è alla base di tutte le buone pratiche volte a ridurre l’impatto ambientale dei propri voli. Quest’ultimo capitolo, in particolare, tocca molti aspetti del servizio di bordo, a cominciare dal packaging di cibo e bevande: si va dalla scelta di piatti unici, fino alla preferenza per contenitori e stoviglie di materiale biodegradabili e compostabili, dalle ciotole in polpa di cellulosa ai bicchieri in PLA trasparente fino agli imballi di carta riciclata. Alla scelta di essere il più possibile plastic free, si affianca anche un’attenta selezione di fornitori in grado di garantire riciclo e raccolta differenziata dei rifiuti di bordo. Infine, nella visione ancora più a lungo termine, c’è anche l’obiettivo di riuscire a reinvestire in energie rinnovabili per azzerare le emissioni di CO2.

Il-team-direzionale-di-Ego-Airways-2La start up nasce da una cordata di imprenditori, molti dei quali con alle spalle un’esperienza pluriennale nel settore aeronautico. Le redini del vettore sono state affidate a Matteo Bonecchi, CEO, nonché ideatore e fondatore di EGO Airways, che porterà nella nuova compagnia aerea le esperienze maturate lavorando per Alitalia, Airbus, Air Europe. Il COO è Edoardo Antonini, ex pilota di Boeing per Alitalia e Air Europe, mentre il Presidente è l’imprenditore Marco Busca (socio e vicepresidente O.C.P. Group). E proprio O.C.P. Group (Officine Cooperatori Piacentini) è l’investitore principale: società di investimenti fondata nel 1980 a Piacenza con l’obiettivo di sviluppare servizi di logistica e per i trasporti via terra, si è successivamente diversificata nel settore farmaceutico e attualmente ha investito in ambito energetico e in quello dell’intelligenza artificiale. Hanno partecipato al progetto fin dall’inizio Gabriella Vanlamsweerde, Responsabile Tour Operator; Marilena Bisio, Responsabile Commerciale; Denise Zatti, Responsabile Marketing e Veronica Posteraro, Responsabile Alleanze Estero.

Marco Busca, Presidente di EGO Airways dichiara: “Più di un anno fa, insieme a mio padre e agli altri soci di OCP, ho deciso di investire in EGO Airways, fermamente convinto dell’alta potenzialità di crescita di questo progetto. Un progetto che, oggi più che mai, ritengo innovativo e vincente, come ci hanno confermato tutte le realtà del settore, e non solo, cui lo abbiamo presentato. E adesso, dopo tutti questi mesi di lavoro e impegno, sono prima di tutto orgoglioso: orgoglioso di aver raccolto la sfida di una start up e altrettanto orgoglioso del fantastico team che abbiamo creato. Grazie al mio ruolo di investitore, ma anche di presidente e accountable manager, sono attualmente coinvolto in prima persona nell’operatività della compagnia aerea e vi posso confermare che il nostro obiettivo è portare EGO Airways, in 5 anni, a essere un riferimento a livello internazionale per l’aviazione italiana”.